Come accediamo a Internet: uno sguardo sui dispositivi più usati

Il modo di accedere a Internet continua a cambiare. Sia che dobbiate fare una ricerca su Google, sia che dobbiate guardare un video su Youtube, che dobbiate ordinare la cena o consultare le recensioni escort, nulla cambia o… tutto varia: considerato che non c’è giorno che non ci siano innovazioni nei modi in cui le persone si interfacciano con Internet, giova certamente compiere un piccolo riassunto su questo interessante tema.

Innanzitutto, rileviamo come l’uso di strumenti di controllo vocale (come Alexa) per accedere a Internet stia notevolmente aumentando, con il 58% degli utenti utilizza i comandi vocali per effettuare ricerche di informazioni commerciali, e con il 27% usa la voce per trovare un sito web. Circa due utenti Internet su cinque usano i comandi vocali per la funzionalità di ricerca, almeno una volta al mese, e questo aumento dell’uso degli strumenti di controllo vocale potrebbe essere attribuito – secondo quanto affermano alcune analisi – a tassi più elevati di utilizzo dei comandi vocali laddove ci sono livelli più bassi di alfabetizzazione nei Paesi in via di sviluppo.

dispositivi più usatiNaturalmente, uno degli sviluppi più interessanti è la rapida crescita dell’uso della telefonia mobile. I device mobili possono oggi vantare più di 4,68 miliardi di utenti nel gennaio 2019, con un aumento di circa 100 milioni rispetto al 2018. Il traffico mobile è stato responsabile del 52,2% del traffico Internet nel 2018, rispetto al 50,3% del 2017.

Entro il 2021, gli analisti ritengono che l’e-commerce mobile mondiale possa rappresentare il 72,9% di tutto il commercio elettronico al dettaglio, rispetto al 58,9% del 2017; in tutto, circa 2,32 trilioni di dollari di vendite di e-commerce. In Cina, peraltro, circa il 75% delle vendite di e-commerce viene effettuato su un dispositivo mobile. Inoltre, l’82% delle persone utilizza il proprio dispositivo mobile per ricercare un acquisto che sta però considerando di fare in prima persona in un negozio “fisico”. Si tenga anche conto che il Mobile è responsabile del 92% delle entrate pubblicitarie di Facebook.

Anche l’utilizzo del PC è in calo: mentre nel 2018 rappresentava il 41% del traffico totale, nel 2022 tale traffico dovrebbe scendere al 19%. Dal 2014 l’uso di Internet Mobile è in continuo, con una progressione che dal 24% del tempo netto totale trascorso su Internet è arrivato al doppio, al 48%, nel 2019.

Infine, sul fronte delle statistiche dei siti web, lo scorso mese risultavano essere presenti circa 1,5 miliardi di siti web in tutto il mondo. Le registrazioni di nomi di dominio sono cresciute di oltre il 3,5% in un anno, e con il 43,59% di tutti i nomi a dominio che utilizza l’estensione ‘.com’.

I primi cinque siti web più visitati sono Google (tempo medio di visita: 8 minuti, 17 secondi), YouTube (tempo medio di visita: 8 minuti, 43 secondi), Facebook (tempo medio di visita: 9 minuti, 43 secondi), Baidu (tempo medio di visita: 7 minuti, 15 secondi) e Wikipedia (tempo medio di visita: 4 minuti, 11 secondi).

loading...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Su questo sito web utilizziamo strumenti di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo computer. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma tu hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Privacy & Cookie Policy