Alla scoperta della realtà aumentata con l’oculus

L’oculus è il dispositivo che permette di godere nel migliore dei modi della realtà aumentata e di usufruire di tutto il suo potenziale: se è vero che ogni azienda è al lavoro per fare in modo che la realtà virtuale possa essere portata alle masse, è altrettanto vero che mai come prima di questo momento c’è stato un numero tanto elevato di modi per divertirsi con i giochi e per immergersi in maniera non solo metaforica nell’intrattenimento. Oculus Rift è solo un esempio dei device che hanno le capacità di rivoluzionare il modo di giocare su console e pc, anche se ci si attende, nei prossimi tempi, una grande varietà di visori destinati agli smartphone, tali da trasformare i loro display in schermi grazie a cui sperimentare la realtà virtuale.

Realtà AumentataNel settore c’è grande fibrillazione: basti pensare che un giocattolo iconico come View-Master di Mattel è stato reinterpretato a mo’ di visore destinato alla realtà virtuale per consentire ai bambini di conoscere e apprendere nozioni e novità di vario genere, esplorando il mondo senza staccarsi dalla sedia e dal banco di scuola. Vale la pena, in ogni caso, di conoscere la differenza che c’è tra la realtà aumentata e la realtà virtuale, con quest’ultima che assicura un coinvolgimento completo con oggetti virtuali che appartengono a un mondo digitale, mentre la prima si basa su un potenziamento del mondo reale.

I due approcci, in sintesi, sono differenti tra loro: per esempio, la realtà aumentata impiega informazioni di navigazione che compaiono sul sentiero che si sta percorrendo o è in grado di far comparire una tastiera sul tavolo davanti a cui si è realmente seduti (e si tratta di una tastiera funzionante).

L’oculus si presenta come un prototipo che si evolve e si aggiorna in continuazione, nato in un primo momento per il gaming su computer: è un visore molto noto per ciò che riguarda la realtà virtuale e quella aumentata, ed ha rappresentato una delle prime soluzioni che hanno messo in evidenza le potenzialità e le capacità di un intrattenimento coinvolgente.

La tecnologia di base fa riferimento all’audio posizionale, ma quel che lascia più sperare è che Facebook abbia deciso di acquisire il prodotto: insomma, non è da escludere che in un futuro non troppo lontano questo visore possa essere adoperato per fare shopping sul web, per i social network e per molte altre attività.

Va precisato che per il momento l’oculus è ancora un prodotto che si rivolge agli sviluppatori, ma ben presto anche i videogamer e le masse potranno usufruirne. Come detto, l’evoluzione è costante, e le modifiche sono continue: prima o poi si giungerà a una versione definitiva che – c’è da scommetterci – sarà sorprendente. Adatto sia a un uso statico che a un impiego basato sul movimento, il visore ha costi tutto sommato ridotti, nel senso che può essere acquistato per una cifra tre volte inferiore all’ultimo modello di iPhone. Insomma, tra poco chiunque avrà l’opportunità di vivere e sperimentare la realtà aumentata grazie a un ampio campo visuale che assicurerà una completa immersione in un mondo virtuale.

loading...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Please Do the Math      
 

*